Edizione: 1992, II rist. 2000
Pagine: 200
Collana: Biblioteca di Cultura Moderna [1018]
ISBN carta: 9788842039020
Argomenti: Storia antica

Tucidide e l'Impero

La presa di Melo
Luciano Canfora
"In guerra la forza è accompagnata da restrizioni insignificanti che meritano appena di essere menzionate, alle quali si dà il nome di diritto delle genti" (K. von Clausewitz). È quanto, in sostanza, dichiarano gli Ateniesiai Melii mentre si accingono a sopprimerli. Lo scontro tra forza e diritto assume - nel dialogo incastonato da Tucidide nella "Guerra del Peloponneso" - i toni di un dibattito filosofico tra "necessità" di natura e "libertà" di volere. Ma è del tutto veritiera la presentazione tucididea dell'episodio di Melo? I documenti di cui ancora disponiamo ne fanno dubitare.
Edizione: 2000
Pagine: 200
Collana: Biblioteca di Cultura Moderna
ISBN: 9788842039020

L'autore

Luciano Canfora

Luciano Canfora è professore emerito dell’Università di Bari. Dirige i “Quaderni di storia” e collabora con il “Corriere della Sera”. Tra le sue pubblicazioni per i nostri tipi, più volte ristampate e molte delle quali tradotte nelle principali lingue: Storia della letteratura grecaLibro e libertàGiulio Cesare. Il dittatore democraticoPrima lezione di storia grecaLa democrazia. Storia di un’ideologia; L’occhio di Zeus; La prima marcia su Roma; Il papiro di ArtemidoroLa natura del potere; Il mondo di Atene“È l’Europa che ce lo chiede!”. Falso!Intervista sul potere (a cura di A. Carioti); La crisi dell’utopia. Aristofane contro PlatoneAugusto figlio di DioTucidide. La menzogna, la colpa, l’esilioCleofonte deve morireLa scopa di don Abbondio. Il moto violento della storiaIl sovversivo. Concetto Marchesi e il comunismo italianoFermare l’odio.

Scopri l'autore