Edizione: 2014, VI rist. 2015
Pagine: 240, con ill.
Collana: i Robinson / Letture
ISBN carta: 9788858110454
ISBN digitale: 9788858112717
Argomenti: Storia contemporanea, Storia d'Italia

Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo

Storia illustrata della Grande Guerra
Emilio Gentile

1914-1918. Il continente più progredito del mondo precipita nella guerra più feroce mai combattuta. Per cinquantatre mesi, milioni di soldati vivono nelle trincee una quotidiana esistenza di degradazione e di orrori, massacrandosi in inutili carneficine di massa. È la catastrofe della modernità.

Dieci milioni di morti, tre imperi secolari annientati, rivoluzioni, guerre civili, nuovi Stati, nuovi nazionalismi, nuove guerre. E la fine del primato europeo nel mondo. Sono queste le conseguenze dei due colpi sparati a Sarajevo il 28 giugno 1914. Un mese dopo esplode la guerra europea: in quattro anni, diventa la prima guerra mondiale. Nel continente che domina il mondo, la modernità trionfante della Belle Époque si trasforma nella modernità massacrante di una guerra totale. La prima guerra mondiale lascia un marchio tragico nella coscienza umana: venti anni dopo, una seconda guerra mondiale, con cinquanta milioni di morti, lo rende indelebile.
Gli storici interrogano la Grande Guerra: perché scoppiò, perché tanti milioni di soldati furono massacrati e perché altri milioni continuarono a combattere per tanto tempo? Conoscere la sua storia è la condizione per trovare una risposta.
Emilio Gentile racconta con parole e immagini l’evento che ha dato origine all’epoca in cui viviamo.

Sfoglia
Indice Estratto
Edizione: 2015
Pagine: 240
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788858110454

L'autore

Emilio Gentile

Emilio Gentile, storico di fama internazionale, nel 2003 ha ricevuto dall’Università di Berna il Premio Hans Sigrist per gli studi sulle religioni della politica. Tra le sue opere per Laterza, tradotte nelle principali lingue: Il culto del littorio; Le religioni della politica; Fascismo. Storia e interpretazione; La democrazia di Dio (Premio Burzio); La Grande ItaliaFascismo di pietra; Né Stato né Nazione; Italiani senza padri; E fu subito regime. Il fascismo e la marcia su Roma (Premio Città delle Rose; finalista e vincitore del Premio del Presidente al Premio Viareggio); Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo; “In democrazia il popolo è sempre sovrano”. Falso!; Il capo e la folla; Mussolini contro Lenin; 25 luglio 1943 (Premio Acqui Storia 2018); Caporali tanti, uomini pochissimi. La Storia secondo Totò; Storia del Partito fascista. Movimento e milizia. 1919-1922.

Scopri l'autore

Rassegna stampa