Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Non è lavoro, è sfruttamento

Non è lavoro, è sfruttamento

Non è lavoro, è sfruttamento
Non è lavoro, è sfruttamento
- disponibile anche in ebook
Edizione: 20175
Collana: Tempi Nuovi
ISBN: 9788858129265
Argomenti: Attualità culturale e di costume
  • Pagine: 192
  • Prezzo: 14,00 Euro
  • Acquista

In breve

Dicevano: meno diritti, più crescita. Abbiamo solo meno diritti. La modernità paga a cottimo. Così dilaga il lavoro povero, spesso gratuito, la totale assenza di tutele e di stabilità lavorativa. È una condizione che coinvolge più di una generazione. Non più solo la generazione Erasmus e i Millennials, ai quali si è ripetuto il mantra dei giovani schizzinosi o emigranti per scelta. Ma anche le generazioni precedenti. Da troppo tempo si tace sulla perdita di diritti e sul crescente sfruttamento, la chiamano pace sociale. Ora è il momento di fare pulizia: il lavoro è la questione fondamentale del nostro tempo.

Giovani e meno giovani costretti a lavorare gratis, uomini e donne assuefatti alla logica della promessa di un lavoro pagato domani, lavoratori a 3 euro l’ora nel pubblico e nel privato: questa è la modernità che paga a cottimo. Sottoccupazione da un lato e ritmi di lavoro mortali dall’altro. Diritti negati dentro e fuori le aziende per quanti non vogliono cedere al ricatto. Storie di ordinario sfruttamento, legalizzato da vent’anni di flessibilizzazione del mercato del lavoro. Malgrado la retorica della flessibilità espansiva e del merito come ingredienti indispensabili alla crescita sia stata smentita dai fatti, il potere politico ha avallato le richieste delle imprese. Il risultato è stato una cornice legislativa e istituzionale che ha prodotto uno sfaldamento del mondo del lavoro: facchini, commesse, lavoratori dei call center, addetti alle pulizie in appalto procedono in ordine sparso, non sentono più di appartenere alla medesima comunità di destino.
Le inchieste di Marta Fana sul Jobs Act e la sua lettera al ministro Poletti, condivise da migliaia e migliaia di lettori, hanno portato alla luce la condizione del lavoro in Italia, imponendola all’attenzione pubblica come voce di un’intera generazione.

Qui il programma completo degli incontri con l’autrice, in costante aggiornamento.

Indice

Scarica l'indice in pdf

Recensioni

su: Repubblica.it (11/12/2017) su: Rai Tre - Report (11/12/2017) su: Ribalta (01/12/2017) su: PeriodicoDaily.com (27/11/2017)

Non è lavoro è sfruttamento

Leggi recensione in pdf

su: Lavoroculturale.org (26/11/2017)

Una recensione narrativa del libro di Marta Fana

Leggi recensione in pdf

su: Internazionale (17/11/2017)

Lavoro senza lavoratori

Leggi recensione in pdf

su: Il Fatto Quotidiano (17/11/2017) su: The Bottom Up (17/11/2017) su: Micromega (17/11/2017) M. Panara su: Affari&Finanza (13/11/2017)

Il lavoro povero società debole

Leggi recensione in pdf

su: Pagina99.it (11/11/2017)

Nostalgia operaia. In Italia torna Marx

Leggi recensione in pdf

su: Minimaetmoralia.it (01/11/2017)

La lotta di classe ai tempi dello sfruttamento 2.0

Leggi recensione in pdf

su: Carmilla (28/10/2017) su: D-la Repubblica (28/10/2017)

Precari, aprite gli occhi!

Leggi recensione in pdf

A. Bernardeschi su: La Città futura (28/10/2017) su: Left (27/10/2017)

Andare, camminare, lavorare

Leggi recensione in pdf

su: Alto Adige (22/10/2017)

Saggi - Si scrive lavoro si legge sfruttamento

Leggi recensione in pdf

C. Arletti su: Il Venerdì (20/10/2017)

Sfruttatori attenti. Un economista si aggira per l'Europa

Leggi recensione in pdf

E. Degoli su: Gazzetta di Modena Nuova (19/10/2017)

Fana: "Così sta dilagando lo sfruttamento"

Leggi recensione in pdf

su: MARX XI (17/10/2017) su: Il Becco (16/10/2017) su: LA7 - Otto e mezzo (16/10/2017) su: Il Fatto Quotidiano (16/10/2017) su: La Città Futura (16/10/2017) su: Avvenire (16/10/2017) su: Coffee Break (12/10/2017) su: Radio 24 (09/10/2017) F. Fornario su: Il Fatto Quotidiano (07/10/2017) L. Baratta su: Linkiesta (06/10/2017) su: Radio Città Fujiko (05/10/2017) su: Radio Popolare (05/10/2017) A. Robecchi su: Il Fatto Quotidiano (04/10/2017)

Scegliete il vostro posto sul treno della precarietà: ce n'è per tutti

Leggi recensione in pdf

A. Giglioli su: Giglioli.Blogautore Espresso Repubblica (04/10/2017)

Abbiamo solo meno diritti

Leggi recensione in pdf

B. Civati su: Blog Civati (04/10/2017) su: Omnibus-La7 (03/10/2017)
comments powered by Disqus

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su