Edizione: 2022
Pagine: 288
Collana: Biblioteca Universale Laterza [724]
ISBN carta: 9788858147832
ISBN digitale: 9788858148655
Argomenti: Storia contemporanea, Storia d'Italia

La vittoria senza pace

Le occupazioni militari italiane alla fine della Grande Guerra
Raoul Pupo (a cura di)

Il primo conflitto mondiale ridisegnò complessivamente l’intera carta geografica europea, con la nascita di nuove entità statuali, il tracciato di nuovi confini e lo spostamento dei vecchi. In molti casi gli Stati vincitori acquisirono territori abitati da popolazioni di altra lingua. È il caso dell’Italia. Si intrecciarono così, in un nodo arduo da gestire per i contemporanei, politica interna e politica estera, compimento dell’unità nazionale e sogni imperiali. Questo libro rappresenta la prima trattazione organica, in un’ottica comparata, delle occupazioni italiane nel primo dopoguerra.

Sfoglia
Indice Estratto
Edizione: 2022
Pagine: 288
Collana: Biblioteca Universale Laterza
ISBN: 9788858147832

L'autore

Raoul Pupo

Raoul Pupo ha insegnato a lungo Storia contemporanea presso l’Università di Trieste. Si occupa di storia della politica estera italiana, della frontiera adriatica, delle occupazioni italiane nei Balcani e degli spostamenti forzati di popolazioni in Europa nel Novecento. Tra le sue più recenti pubblicazioni: Il lungo esodo (Milano 2005); Il confine scomparso (Trieste 2007); Naufraghi della pace (a cura di, con G. Crainz e S. Salvatici, Roma 2008). Per Laterza è autore, tra l’altro, di Trieste ’45 (2010), Fiume città di passione (2018) e Adriatico amarissimo. Una lunga storia di violenza (2021).

Scopri l'autore

Rassegna stampa