Edizione: 2021
Pagine: 248, ril.
Collana: Cultura storica
ISBN carta: 9788858141304
ISBN digitale: 9788858144756
Argomenti: Storia antica

Oriente Occidente

Mario Liverani

L’Occidente ha sempre visto nella lotta eroica della piccola Grecia contro l’impero persiano il simbolo della propria superiorità morale e culturale rispetto al dispotismo orientale. Eppure quelle guerre hanno rappresentato solo un momento di un rapporto millenario, qui ricostruito, in forma originale e innovativa, da uno dei più importanti archeologi mondiali.

Tra Oriente e Occidente sembra che sia sempre esistito un vero e proprio scontro di civiltà. Nel nostro immaginario, le guerre persiane per secoli hanno simboleggiato proprio questo: la lotta perenne tra il dispotismo orientale e la libertà dell’Occidente. Basti pensare ai 300 delle Termopili che resistono eroicamente all’invasione delle sterminate masse del Gran Re. Al contrario, per lunghi millenni a partire dalle antichissime civiltà mesopotamiche, il nostro Occidente (europeo) è stato una sorta di appendice al grande complesso orientale (asiatico). Ancora al tempo delle guerre persiane il grande impero vedeva la Grecia come un problema marginale. Furono proprio quei conflitti a trasformare i pesi sulla bilancia: il loro esito diede alla Grecia la forza non solo di resistere, ma anzi di reagire e infine prevalere. Viste le enormi differenze di potenza militare, di bacino demografico, di tradizione dominatrice, tra il grande impero e la piccola Grecia, è stato ovvio per il mondo occidentale costruire la propria immagine come qualitativamente superiore, facendo emergere i valori della democrazia contro il dispotismo orientale, delle libertà contro l’asservimento generalizzato, delle individualità contro la sottomissione etnica.

Sfoglia
Indice Estratto
Edizione: 2021
Pagine: 248
Collana: Cultura storica
ISBN: 9788858141304

L'autore

Mario Liverani

Mario Liverani, professore emerito di Storia del Vicino Oriente antico all’Università di Roma La Sapienza, ha tenuto corsi in molte università americane ed europee. Ha collaborato a scavi in Siria (Ebla), in Turchia (Arslantepe) e in Libia (Acacus). Ha pubblicato, tra l’altro, L’origine della città (Roma 1986), Akkad, the First World Empire (Padova 1993) e Myth and Politics in Ancient Near Eastern Historiography (London 2004). Per Laterza è autore di: Guerra e diplomazia nell’Antico Oriente. 1660-1100 a.C. (1994);Uruk, la prima città (1998); Oltre la Bibbia. Storia antica di Israele(2003); Antico Oriente. Storia società economia (nuova edizione 2011);Immaginare Babele. Due secoli di studi sulla città orientale antica (2013);Assiria. La preistoria dell’imperialismo (2017); Paradiso e dintorni. Il paesaggio rurale dell’antico Oriente (2018).

Scopri l'autore

Rassegna stampa