Edizione: 2010, V rist. 2021
Pagine: 286
Collana: Economica Laterza [542]
ISBN carta: 9788842094029
ISBN digitale: 9788858113738
Argomenti: Antropologia ed etnologia, Attualità culturale e di costume

Contro natura

Una lettera al Papa
Francesco Remotti

Remotti indirizza questo libro esplicitamente al papa. Spiega e argomenta perché il relativismo culturale, presente nello stesso cristianesimo, sia preferibile a ogni tipo di approccio dogmatico. In particolar modo quando sono in ballo i cosiddetti temi etici, dai quali dipende la qualità della convivenza ma anche della nostra stessa vita.
Corrado Augias, “il Venerdì di Repubblica”

Non so quante lettere ricevano il Papa e i suoi collaboratori. Di certo, non molte coraggiose e decise come questa che Francesco Remotti indirizza al Pontefice. L’antropologo propone una profonda riflessione sull’idea di natura che caratterizza molti discorsi di Benedetto XVI, ma soprattutto sulla quantità di cultura che impregna le nostre umane esistenze. Marco Aime, “La Stampa”

Per la Chiesa cattolica la natura umana è una, stabile e permanente. Ma esiste una norma e chi la stabilisce? Francesco Remotti affronta e discute una concezione univoca, rocciosa, imperiosa dell’essere uomini.

Edizione: 2021
Pagine: 286
Collana: Economica Laterza
ISBN: 9788842094029

L'autore

Francesco Remotti

Francesco Remotti, professore emerito di Antropologia culturale presso l’Università di Torino, socio dell’Accademia delle Scienze di Torino e dell’Accademia dei Lincei, ha compiuto ricerche etnografiche ed etno-storiche in Africa equatoriale e riflessioni teoriche sull’identità e la somiglianza, oltre che sull’antropo-poiesi. Tra le sue pubblicazioni, Noi, primitivi. Lo specchio dell’antropologia (Torino 1990). Per Laterza è autore di: Contro l’identità (1996); Prima lezione di antropologia (2000); Contro natura. Una lettera al Papa (2008); L’ossessione identitaria (2010); Cultura. Dalla complessità all’impoverimento (2011); Fare umanità. I drammi dell’antropo-poiesi (2013).

Scopri l'autore