Indice
Edizione: 2008
Pagine: 286
Collana: i Robinson / Letture
ISBN carta: 9788842085157
Argomenti: Antropologia ed etnologia, Attualità culturale e di costume

Contro natura

Una lettera al Papa
Francesco Remotti
Per la Chiesa cattolica la natura umana è una, stabile e permanente. Ma esiste una norma e chi la stabilisce? Un antropologo affronta e discute una concezione univoca, rocciosa, imperiosa dell'essere uomini.

Natura e 'contro natura', giusto e sbagliato. Chi vuole l'assoluto e chi si accontenta del relativo. Chi cerca un modello universale e chi persegue il riconoscimento delle differenze. In queste pagine, due mondi a confronto, quello del dogma e delle certezze e quello della scienza che interpreta il vivere degli uomini in società e coltiva l'ambizione di conoscerlo da vicino.

«Santità, come molti altri cittadini italiani e del mondo, seguo con attenzione le manifestazioni del Suo pensiero in merito ai molti problemi che caratterizzano il nostro tempo. Le analisi e le riflessioni che verranno esposte nelle diverse parti di questo libro cercano di rispondere alla 'sfida' che Lei ha lanciato con i suoi attacchi contro il relativismo culturale, le unioni gay e tutto ciò che Lei ritiene essere 'contro natura'. Avranno se non altro il merito di porre alla prova la proponibilità di un sapere che fa della molteplicità irriducibile delle soluzioni umane il suo interesse principale e il suo punto di forza.»

Edizione: 2008
Pagine: 286
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788842085157

L'autore

Francesco Remotti

Francesco Remotti, professore emerito di Antropologia culturale presso l’Università di Torino, socio dell’Accademia delle Scienze di Torino e dell’Accademia dei Lincei, ha compiuto ricerche etnografiche ed etno-storiche in Africa equatoriale e riflessioni teoriche sull’identità e la somiglianza, oltre che sull’antropo-poiesi. Tra le sue pubblicazioni, Noi, primitivi. Lo specchio dell’antropologia (Torino 1990).

Scopri l'autore

Rassegna stampa