Edizione: 2023
Pagine: 408
Collana: Storia e Società
ISBN carta: 9788858148792
Argomenti: Letteratura: testi, storia e teoria, Storia contemporanea

Gadda, Montale e il fascismo

Pier Giorgio Zunino
€ 25,00
Disponibile dal 13/01/2023

Bookdealer AMAZONIBS

Gadda e Montale sono stati certamente due dei maggiori scrittori e poeti del Novecento italiano. Ma quale fu il loro atteggiamento nei confronti del fascismo? Come attraversarono il Ventennio?  Per Gadda la passione nazionalpatriottica era esplosa quando aveva coraggiosamente combattuto su tutti i fronti della Grande Guerra, questa fu la premessa del successivo riconoscersi nel movimento fascista. Meno lineare l’atteggiamento di Montale che dapprima condivise i miti del combattentismo, che in seguito subì le lusinghe del fascismo da cui poi si allontanò già del 1923. Con l’addentrarsi degli anni Venti entrambi espressero un orientamento abbastanza convergente, con una sostanziale indifferenza per gli ideali tanto del fascismo quanto dell’antifascismo. Ma, la guerra d’Etiopia prima e il terribile biennio 1938-1939 dopo, posero tanto Gadda quanto Montale di fronte alla necessità di dare duri giudizi sul fascismo e sugli italiani. Una ricerca sorprendente frutto di un lungo lavoro di archivio.

Edizione: 2023
Pagine: 408
Collana: Storia e Società
ISBN: 9788858148792

L'autore

Pier Giorgio Zunino

Pier Giorgio Zunino (Gallarate, Varese, 1946) è professore di Storia contemporanea alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università di Torino. Tra le sue opere: La questione cattolica nella sinistra italiana. 1919-1945 (2 voll., Bologna 1975-77), L'ideologia del fascismo. Miti, credenze e valori nella stabilizzazione del regime (Bologna 1985).

Scopri l'autore