Edizione: 1997, XX rist. 2022
Pagine: 612
Collana: Biblioteca Universale Laterza [66]
ISBN carta: 9788842020790
Argomenti: Classici della filosofia dellOttocento

Il mondo come volontà e rappresentazione

Arthur Schopenhauer

intr. di C. Vasoli, trad. di P. Savj-Lopez e G. De Lorenzo

Il mondo come volontà e rappresentazione resta ancor oggi la testimonianza appassionante e illuminante di una crisi intellettuale e morale che è ben lontana dall'essere risolta; e chi lo legge con occhio storico può ben riconoscervi uno dei documenti «essenziali» per comprendere l'origine e il significato di talune idee che sono ancora operanti nella filosofia contemporanea, pronte, comunque, a riemergere ogni volta che la storia sembra deludere o sconfiggere. Dall'introduzione di Cesare Vasoli.  Pubblicata nel dicembre 1818 (ma datata 1819) presso l’editore Brockaus di Lipsia, la prima edizione di Die Welt als Wille und Vorstellung non ottenne alcun successo e finì per buona parte al macero. Anche la seconda edizione dell’opera, accresciuta di un volume di Supplementi (1844), passò inosservata. Solo dopo il fallimento della rivoluzione del ’48, nel nuovo clima ideologico e culturale che si venne instaurando in Europa, iniziava, con i Parerga e paralipomena (1851), la fortuna di Schopenhauer, clamorosamente confermata dalla terza edizione del Mondo come volontà e rappresentazione (1859). 

Edizione: 2022
Pagine: 612
Collana: Biblioteca Universale Laterza
ISBN: 9788842020790