Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Storia della punteggiatura in Europa

Storia della punteggiatura in Europa

Storia della punteggiatura in Europa
con ill.
Edizione: 2008
Collana: Enciclopedie del sapere
ISBN: 9788842086888
Argomenti: Linguistica e semiotica, Storia: opere generali

In breve

Il lettore desideroso di interrogarsi sui segni di interpunzione oggi in vigore si chiederà a quando risale la loro adozione nelle lingue europee, se ci sono state differenze significative nei valori assegnati a uno stesso segno in lingue diverse, quali sono stati i principali momenti dell'evoluzione dei singoli sistemi. A tali curiosità risponde questa vasta e rigorosa panoramica storica che indaga il percorso della punteggiatura dall'antichità classica, in cui affondano le radici della civiltà letteraria europea, fino a oggi e comprende, oltre all'italiano, le lingue di altri paesi a noi più o meno vicini per la posizione geografica o per le origini; in ogni caso accomunati dall'appartenenza all'Europa. La rassegna, a firma di prestigiosi specialisti, è preceduta da un saggio introduttivo sullo statuto linguistico della punteggiatura e prosegue con la trattazione dei fenomeni grafici e interpuntivi nell'antichità greca e latina. Si passa quindi alle lingue appartenenti alla famiglia romanza: italiano, francese, lingue iberiche, rumeno. In questo gruppo particolare risalto viene dato alle vicende italiane, delineate dal primo affermarsi dei volgari fino alle tendenze attuali nella prosa giornalistica, letteraria ed epistolare (comprese le sue tipologie più recenti, dalle e-mail agli SMS). Si analizzano poi gli sviluppi e gli usi interpuntivi delle lingue germaniche (tedesco, inglese, nederlandese, danese, svedese, norvegese e islandese), delle lingue slave, del greco medievale e del neogreco, dell'albanese e del ceppo ugro finnico. Il repertorio analitico dei segni paragrafematici che conclude il volume è un valido supporto al lettore per orientarsi nella materia.

Indice

Preliminari di Bice Mortara Garavelli

1. Questioni di nomenclatura, e altro - 2. Nascita di un progetto - 3. Presenze e assenze - 4. Il contenuto, capitolo per capitolo

Punteggiatura e linguaggio di Anna Laura e Giulio Lepschy

1. Premessa - 2. parlato e scritto - 3. Punteggiatura e strutturazione del testo - 4. Punteggiatura e trascrizione fonetica - 5. I segni di punteggiatura - 6. Punteggiatura e prosodia - 7. Punteggiatura e metalingua - Riferimenti bibliografici

Parte I

Grafia e interpunzione nell’antichità greca e latina, nella cultura bizantina e nella latinità medievale di Mario Geymonat

1. «Scriptio continua», individuazione degli argomenti e separazione delle parole - 2. Teoria e applicazioni della punteggiatura in greco - 3. Il contrastato sviluppo dell’interpunzione nei manoscritti latini

Parte II

La punteggiatura in Italia

1. Teorie e pratiche interpuntive nei volgari d’Italia dalle origini alla metà del Quattrocento di Rosario Coluccia

1. Premessa - 2. Documenti, carte, lettere - 3. Iscrizioni e scritture esposte - 4. LA PRIMA POESIA - 4.1. Testi arcaici e «ritmi» - 4.2. Frammenti lirici - 5. I primi canzonieri - 6. La tradizione manoscritta delle opere di dante - 7. Petrarca - 8. BOCCACCIO - 8.1. Il «Trattatello in laude di Dante» - 8.2. Il «Decameron» - 8.3. Verso la razionalizzazione del sistema interpuntivo - 9. DUE ALTRI CASI, PER CONFRONTO - 9.1. Il canzoniere Chigiano - 9.2. Il Barberiniano lat. 4036 - 10. VERSO LA STAMPA - 10.1. Gli usi reali - 10.2. Gli scritti teorici

2. Dalla metà del Quattrocento alla metà del Cinquecento di Brian Richardson

1. PREMESSA - 2. IL SECONDO QUATTROCENTO - 2.1. Le grammatiche umanistiche - 2.2. I manoscritti - 2.3. La stampa - 3. IL PRIMO CINQUECENTO - 3.1. Le grammatiche - 3.2. I manoscritti - 3.3. La stampa

3. Il secondo Cinquecento di Nicoletta Maraschio

1. Premessa - 2. I trattatisti più importanti - 3. Latino e italiano - 4. Inventario dei segni e questioni terminologiche - 5. Gli spazi - 6. Questioni gerarchiche e criteri distributivi: lunghezza della frase e del periodo; «ordo naturalis» e «ordo artificialis»; la virgola e i due punti

4. Il Seicento di Claudio Marazzini

1. Divulgazione e semplificazione: la punteggiatura per i segretari - 2. Grammatici gesuiti - 3. L’«ortografia italiana» del padre bartoli - 4. Le regole dello sforza pallavicino e del rogacci - 5. Inventario dei segni e norme d’uso - 6. Il lessico del puntare - 7. La funzione «presentativa» dei due punti - 8. Al di là delle norme: appunti sull’uso

5. Il Settecento di Simone Fornara

1. Grammatica e punteggiatura - 2. Le «regole» del corticelli - 3. La grammatica razionale - 4. Il «discreto giudizio» del soresi - 5. Una breve storia della punteggiatura - 6. Il lessico del puntare - 7. Al di là delle norme: appunti sull’uso

6. Dall’Ottocento a oggi di Giuseppe Antonelli

1. Premessa - 2. Teoria e codificazione - 3. Il punto fermo (e il punto mobile o mezzo punto) - 4. La virgola - 5. I segni intermedi: punto e virgola e due punti - 6. La punteggiatura espressiva: punto interrogativo (o punto di domanda), punto esclamativo e puntini di sospensione - 7. Altri segni: il trattino/lineetta - 8. Nuovi segni e segni virtuali

Parte III

La punteggiatura in Francia

1. Manoscritti provenzali e francesi.
Dalle origini alla fine del XIII secolo di Maria Careri

1. Premessa - 2. Le origini - 3. Il XII secolo - 4. Tra XII e XIII secolo - 5. Il XIII secolo

2. Dal XIV secolo a oggi a cura di Maria Colombo

1. I SECOLI XIV E XV di Barbara Ferrari - 2. IL CINQUECENTO di Maria Colombo - 3. IL SEICENTO di Maria Colombo - 4. IL SETTECENTO di Monica Barsi - 4.1. I segni di interpunzione in uso nel Settecento e le loro denominazioni - 4.2. Esemplificazioni - 4.3. Trattatistica - 5. L’OTTOCENTO E IL NOVECENTO di Monica Barsi - 5.1. I segni di interpunzione in uso nell’Ottocento-Novecento e le loro denominazioni - 5.2. Esemplificazioni - 5.3. Trattatistica nell’Ottocento - 5.4. Trattatistica nel Novecento

Parte IV

La punteggiatura nelle lingue iberiche di Manuel Carrera Díaz

1. LO SPAGNOLO - 1.1. Situazione attuale - 1.2. La storia - 1.2.1. Il Medioevo - 1.2.2. La stampa e i secoli d’oro della letteratura spagnola - 1.2.3. Il Settecento - 1.2.4. L’Ottocento e oltre - 2. IL PORTOGHESE - 3. GALIZIANO, CATALANO E BASCO - 3.1. Il galiziano - 3.2. Il catalano - 3.3. Il basco

Parte V

La punteggiatura nella lingua rumena di Camelia Stan

1. Premessa - 2. La punteggiatura dei primi testi scritti in rumeno - 3. La costituzione della norma interpuntiva del rumeno - 4. Caratteristiche della norma interpuntiva del rumeno contemporaneo

Parte VI

La punteggiatura nei paesi di lingua tedesca

1. Scrittura e interpunzione in testi del Medioevo tedesco e gotico di Maria Rita Digilio

1. Premessa - 2. Il sistema interpuntivo nei manoscritti gotici - 3. La punteggiatura nei manoscritti altotedeschi e sassoni (VIII-XI secolo) - 4. la punteggiatura nei manoscritti tedeschi dell’XI-XIV secolo

2. Dalla metà del Trecento alla fine del Settecento di Marcella Costa e Alessandra Tomaselli

PREMESSA - 1. DALLA METÀ DEL XIV SECOLO ALLE ACCADEMIE LINGUISTICHE - 1.1. Usi interpuntivi nelle Schreibsprachen (1350-1450) - 1.2. Primi testi a stampa - 1.3. La seconda metà del XV secolo: Umanesimo e tradizione - 1.3.1. Umanesimo - 1.3.2. L’interpunzione nei trattati cancellereschi - 1.3.3. Grammatiche latine per tedeschi I - 1.3.4. Tipologie testuali e usi interpuntivi (fine XV secolo) - 1.4. La prima metà del XVI secolo: Riforma e diffusione delle scuole - 1.4.1. Grammatiche latine per tedeschi II - 1.4.2. L’interpunzione nei formulari e nei compendi a uso delle scuole - 1.4.3. Valentin Ickelsamer - 1.4.4. Usi interpuntivi in Lutero - 1.4.5. Usi interpuntivi in altre tipologie testuali - 1.5. Dalla seconda metà del XVI secolo alle accademie linguistiche - 1.5.1. Laurentius Albertus - 1.5.2. Wolfgang Ratke e la discussione in seno alla «Società fruttifera» - 2. DALLE ACCADEMIE LINGUISTICHE AD ADELUNG - 2.1. Gueintz «versus» Schottel: una diatriba irrilevante rispetto alla definizio- ne dei segni di interpunzione - 2.2. Dopo Schottel (la seconda metà del XVII secolo): Bödiker e Stieler - 2.3. Hieronymus Freyer - 2.4. La seconda metà del XVIII secolo: da Gottsched ad Adelung - 2.4.1. Gottsched - 2.4.2. Wippel e Aichinger - 2.4.3. Adelung - 3. CONCLUSIONI

3. Dall’Ottocento a oggi di Livio Gaeta

1. IL DIBATTITO SULLA PUNTEGGIATURA NELL’OTTOCENTO FINO ALLA CODIFICA DI DUDEN - 2. LO SVILUPPO ESPANSIVO DEL DUDEN NEL NOVECENTO E LA RIFORMA DEL 1996

Parte VII

La punteggiatura nei testi di lingua inglese di Marina Buzzoni

1. ALCUNE CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE - 2. «PER COLA ET COMMATA»: USI GRAFICI E INTERPUNTIVI NEI TESTI INGLESI DEL PERIODO MEDIEVALE - 2.1. : cenni sulla tradizione epigrafica e sulla grafia runica - 2.2. «Reading and literacy»: sistemi interpuntivi e inizi della tradizione manoscritta - 2.3. «Trvsty. seldom / to their Frendys vniust. /»: usi scrittori del periodo medievale tardo e anfibologie - 3. «CHANGES IN SIGNS AS THE SIGN OF CHANGE»: L’INTRODUZIONE DELLA STAMPA - 4. «COMMAS AND POINTS THEY SET EXACTLY RIGHT, / AND ’TWERE A SIN TO ROB THEM OF THEIR MITE»: PRATICHE INTERPUNTIVE DAL SEICENTO A OGGI - 5. CONCLUSIONI

Parte VIII

La punteggiatura nel nederlandese dei Paesi Bassi e del Belgio di Livio Gaeta

1. Dal cinquecento all’ottocento - 2. Dall’ottocento a oggi

Parte IX

La punteggiatura nelle lingue scandinave di Livio Gaeta

1. L’unità storico-culturale dei paesi scandinavi - 2. Lo sviluppo della norma ortografica fino all’ottocento - 3. Dall’ottocento a oggi

Parte X

La punteggiatura nelle lingue slave di Maria Di Salvo

1. Premessa - 2. La slavia ortodossa: russo e lingue slavo-orientali - 3. La slavia ortodossa: le lingue slave dei balcani - 4. La slavia romana - 5. questioni generali

Parte XI

Greco medievale e neogreco: vicende e problemi della notazione grafematica di Emanuele Banfi

1. QUESTIONI GENERALI - 1.1. La koinè ellenistico-romana e la sua polimorfia diatopica - 1.2. Aristofane di Bisanzio: spiriti e accenti - 1.3. Il problema della o¬rqografía - 2. IL GRECO BIZANTINO/ALTOMEDIEVALE: TRA IDEOLOGIA E REALTÀ - 2.1. La politica linguistica della Chiesa costantinopolitana - 2.2. La frattura tra i cristianesimi d’Oriente e d’Occidente - 3. LE PRIME DESCRIZIONI DEL GRECO VOLGARE DOPO IL 1453 - 3.1. Venezia, capitale della stampa (anche) in lingua greca - 4. L’ILLUMINISMO EUROPEO E I SUOI RIFLESSI IN AMBIENTE GRECO - 4.1. Il quadro linguistico greco nei primi decenni del XIX secolo - 4.2. I limiti della ortografia storica - 4.3. La Questione della lingua - 4.4. Neophytos Doukas, Panagiotis Kodrikas, Athanasios Christopoulos - 4.5. I demoticisti - 4.5.1. Ioannis Vilaras - 4.5.2. Athanasios Psalidas - 4.5.3. Georgios Kalaras - 5. PROPOSTE DI SEMPLIFICAZIONE DEL SISTEMA GRAFEMATICO TRA I SECOLI XIX-XX - 5.1. La ricerca della continuità grafematica - 6. IL CAOS LINGUISTICO NELLA GRECIA CONTEMPORANEA: TESTIMONIANZE - 6.1. Il sistema monotonico

Parte XII

Sistemi interpuntivi nella «scripta» albanese di Monica Genesin e Giovanni Belluscio

1. PREMESSA - 1.1. Interpunzione e questione alfabetica - 2. TIPOLOGIA DEI PIÙ ANTICHI TESTI A STAMPA (XVI-XVIII SECOLO) - 2.1. Segni interpuntivi nei testi di area settentrionale (XVI-XVII secolo) - 3. SEGNI INTERPUNTIVI IN AREA ITALO-ALBANESE (XVI-XIX SECOLO) - 4. SVILUPPI NELL’USO E NELLA TERMINOLOGIA DELL’INTERPUNZIONE NEL PERIODO DELLA «RILINDJA» (XIX SECOLO) - 4.1. Usi interpuntivi speciali - 5. NUOVE NORME D’USO DOPO LA STANDARDIZZAZIONE (XX SECOLO)

Parte XIII

La punteggiatura nelle lingue ugro finniche di Danilo Gheno

1. Premessa - 2. Ungherese - 3. Finnico - 4. Estone - 5. Altre lingue

Repertorio analitico dei segni paragrafematici e della loro storia di Dario Corno

Gli autori

Indice dei nomi

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su