Edizione: 2022
Pagine: 328, ril., con ill.
Collana: i Robinson / Letture
ISBN carta: 9788858148389
ISBN digitale: 9788858149706
Argomenti: Attualità culturale e di costume, Viaggi, turismo e sport

Monte Bianco

Il gigante delle Alpi
Stefano Ardito

«Al tramonto il vento del Nord disperde la tempesta come d’incanto. Il Monte Bianco illuminato dagli ultimi raggi del sole riappare come un grande cono di cristallo lucente, più bello, più severo, quasi trasparente nel vento siderale che fa fumare le sue creste.»
Walter Bonatti, 1961

È uno dei monumenti naturali più belli d’Italia e del mondo. È il simbolo dell’alpinismo, che inizia ufficialmente nel 1786 con la prima ascensione ai 4810 metri della sua vetta. È un crocevia della nostra storia, perché ai suoi piedi sono passati soldati, mercanti e pellegrini, e i suoi ghiacciai e le sue rocce hanno affascinato viaggiatori, artisti e scienziati. È il Monte Bianco, il massiccio più alto d’Europa.

I ghiacciai e le vette del Monte Bianco, le sue pareti di granito e le sue creste di neve dove s’incontrano Italia, Francia e Svizzera, formano paesaggi di straordinario fascino. La prima ascensione ai 4810 metri della cima è stata compiuta nel 1786 da Jacques Balmat e Michel-Gabriel Paccard. Da allora, uomini e donne d’avventura come Edward Whymper e Albert Frederick Mummery, Giusto Gervasutti e Walter Bonatti, Christophe Profit, Catherine Destivelle e tanti altri hanno compiuto imprese straordinarie. Il libro racconta le loro speranze, i loro trionfi, le tragedie che hanno segnato questi due secoli e mezzo. E ancora, l’evoluzione dei materiali e delle tecniche di progressione, dei rifugi e degli impianti di risalita. Il Monte Bianco, da secoli, è anche un perno della storia d’Europa. Per il Piccolo San Bernardo sono passati soldati, pellegrini e mercanti. Nel 1924, a Chamonix, sono nate le Olimpiadi invernali. Attraverso il Col de la Seigne, nel 1940, l’esercito dell’Italia fascista ha attaccato la Francia già invasa dalle armate di Hitler. Infine sono arrivati il Traforo del Monte Bianco, il boom del turismo estivo e invernale, le corse in montagna e il cambiamento climatico con il drammatico ritiro dei ghiacciai

Sfoglia
Indice Estratto
Edizione: 2022
Pagine: 328
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788858148389

L'autore

Stefano Ardito

Stefano Ardito (Roma, 1954) è giornalista, scrittore e filmmaker specializzato in montagna, natura, storia e viaggi. Scrive per “Il Messaggero”, “Meridiani”, “Montagna.tv” e “Plein Air” e ha collaborato con “la Repubblica”, “Airone” e “Specchio”, il settimanale de “La Stampa”. Ha all’attivo un centinaio di guide di trekking e sentieri, una cinquantina di documentari, in buona parte per Geo&Geo di Rai Tre, e una ventina di testi. Tra i suoi lavori dedicati al massiccio più alto d’Europa, i libri Monte Bianco. Scoperta e conquista del gigante delle Alpi (White Star 1996), Giorni di granito e di ghiaccio (Versante Sud 2009), Le grandi scalate (Newton Compton 2014) e la raccolta di interviste Incontri ad alta quota (Corbaccio 2017). Per Laterza è autore di Everest. Una storia lunga 100 anni (2020).

Scopri l'autore