Edizione: 2014
Pagine: 190, con ill.
Collana: Economica Laterza [693]
ISBN carta: 9788858113226
ISBN digitale: 9788858115008
Argomenti: Attualità culturale e di costume, Storia del libro e delle biblioteche

Le piazze del sapere

Biblioteche e libertà
Antonella Agnoli

Le nostre città hanno bisogno urgente di biblioteche di nuova concezione, dove i cittadini si possano incontrare stabilendo relazioni sia intellettuali che affettive: sono le ‘piazze del sapere’ di cui ci parla questo libro innovativo. Guido Martinotti

Antonella Agnoli ripensa gli spazi urbani proprio a partire dalle nuove biblioteche, viste come luogo di rinascita di un paese sempre più ignorante. Un libro davvero interessante. Giuseppe Culicchia, “Tuttolibri”

Devono essere un servizio. Devono funzionare come un luogo d’incontro. Devono essere attraenti e comode. Devono opporsi alla trasformazione dei luoghi pubblici in centri commerciali, ma alla luminosità e ai colori di un centro commerciale dovrebbero tendere. Secondo Antonella Agnoli, che con trent’anni di lavoro in biblioteca è consulente di architetti e amministrazioni pubbliche in Italia e all’estero, le biblioteche italiane devono cambiare ruolo e aspetto. Francesco Erbani, “la Repubblica”

Sfoglia
Indice Estratto
Edizione: 2014
Pagine: 190
Collana: Economica Laterza
ISBN: 9788858113226

L'autore

Antonella Agnoli

Antonella Agnoli fa parte del Consiglio d’amministrazione dell’Istituzione Biblioteche di Bologna. Ha progettato e avviato la biblioteca San Giovanni di Pesaro, di cui è stata direttore scientifico fino a marzo 2008. È consulente di vari architetti e di molte amministrazioni locali per la progettazione degli spazi e dei servizi bibliotecari e per la formazione del personale. Ha pubblicato vari saggi in volumi e riviste scientifiche e i libri Biblioteca per ragazzi (Roma 1999), Caro sindaco, parliamo di biblioteche (Milano 2011) e La biblioteca che vorrei. Spazi, creatività, partecipazione (Milano 2014).

Scopri l'autore

Rassegna stampa