Indice
Edizione: 1993
Pagine: 28
Collana: Economica Laterza
ISBN carta: 9788858107249
Argomenti: Storia antica

Humanitas: romani e no

Paul Veyne

trad. di F. Maiello

Il lettore si rassicuri: l’autore diffida quanto lui della parola humanitas perché questa parola è vaga ed elogiativa al tempo stesso; indica gli esseri umani che sono degni del nome di uomo perché non sono né barbari, né inumani, né incolti. Humanitas vuol dire cultura letteraria, virtù di umanità e stato di civiltà; il nostro compito, sarà quindi quello di chiederci che cosa era l’uomo romano o piuttosto che cosa pretendeva di essere, che cosa intendeva per civiltà e quali caratteri hanno distinto la civiltà romana (o piuttosto greco-romana) dalle altre grandi civiltà. Ma tutti gli uomini sono umani? Lo schiavo e il barbaro sono uomini? Uomini e no: l’umanità e il genere umano sono la stessa cosa? Che opinione avevano i Romani del loro imperialismo? Il pensiero antico è stato universalista, ha proclamato l’unità del genere umano?

Acquista l’ebook e continua a leggere!

Edizione: 2012
Pagine: 28
Collana: Economica Laterza
ISBN: 9788858107249

L'autore

Paul Veyne

Paul Veyne, uno dei più grandi e innovatori storici dell'antichità romana, è professore al Collège de France. Tra le sue opere tradotte in italiano: Il pane e il circo (Bologna 1984), I greci hanno creduto ai loro miti (Bologna 1984), L'elegia erotica romana (Bologna 1985), L'identità del cittadino e la democrazia in Grecia (con C. Meier, Bologna 1999) e Seneca (Bologna 1999)

Scopri l'autore