Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > 6 maggio 1527: il Sacco di Roma

6 maggio 1527: il Sacco di Roma

6 maggio 1527: il Sacco di Roma
6 maggio 1527: il Sacco di Roma
Edizione: 2007
Collana: Podcast Laterza
Serie: Lezioni di Storia. I giorni di Roma
ISBN: 9788849100143
Argomenti: Storia moderna, Storia d'Italia, Storia di città e regioni d'Italia

In breve

«Il 6 maggio abbiamo preso d'assalto Roma, ucciso seimila persone, saccheggiato le case, preso quello che abbiamo trovato nelle chiese e alla fine incendiato buona parte della città». Così un lanzichenecco descrive il saccheggio che le truppe imperiali infliggono a Roma. Le truppe a difesa della città sono deboli, le mura e l'artiglieria non bastano a fermare gli assedianti. Clemente VII riesce a riparare a Castel Sant'Angelo solo grazie al sacrificio dell'intera Guardia svizzera. Da lì assiste per circa otto lunghissimi mesi a uno spettacolo inaudito: Roma messa a ferro e fuoco come Troia, Gerusalemme, Cartagine. Un'orda di soldati affamati, senza paga e incontrollati assaltano le case, i palazzi, le chiese di una città intera e Campo de' Fiori è trasformato in un mercato a cielo aperto per le opere rubate nei palazzi della nobiltà romana.

Quella data secondo alcuni storici segna la fine della stagione più intensa del Rinascimento italiano, la diaspora degli artisti che avevano fatto di Roma un esempio di splendore. Quello che rimane è un senso di sgomento, di paura, quasi il segno tangibile di una punizione apocalittica.

Registrazione effettuata il 14 gennaio 2007

Scarica/Ascolta

Scarica il brano

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su