Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > I poveri nel Medioevo

I poveri nel Medioevo

I poveri nel Medioevo
I poveri nel Medioevo
intr. di O. Capitani
Edizione: 2001
Collana: Biblioteca Storica Laterza
ISBN: 9788842063278
Argomenti: Storia medievale
  • Pagine 416
  • 15,49 Euro
  • Al momento non disponibile presso il nostro magazzino

In breve

Questa summa sulla povertà medievale è il frutto di oltre quindici anni di ricerche collettive dirette da Michel Mollat nei seminari da lui tenuti alla Sorbona (1962-1979). L'eminente medievista presenta qui i risultati delle indagini svolte da lungo tempo da studiosi di diverse nazioni. Ma anche il punto di partenza di nuovi interrogativi sulla storia dei poveri alla luce degli studi storici nella lunga durata e delle nuove scienze sociali, in particolare la sociologia e l'antropologia religiosa. Mollat mostra il posto che i poveri e la povertà ebbero nella società rurale e in quella urbana, nel pensiero e nella pratica del cristianesimo sulla base dell'Antico e soprattutto del Nuovo Testamento, nelle scelte dei governanti a tutti i livelli. Ne mostra le trasformazioni dall'Alto Medioevo al Rinascimento, mette a confronto i 'veri poveri' con i poveri volontari di cui l'eretico Valdo, fondatore dei valdesi, e il riformatore Francesco d'Assisi sono stati le figure di punta, e segnala l'ambiguità della povertà come valore religioso. Studia la deriva dei poveri verso il vagabondaggio e la criminalità, l'evoluzione nella società dominante dalla carità verso la repressione. Nella nostra epoca in cui la mondializzazione e il neocapitalismo ridanno vita alla povertà come problema economico, sociale e morale, questo libro offre un riferimento storico fondamentale e illuminante per il presente e per tutto il XXI secolo. Jacques Le Goff

Indice

Introduzione   di Ovidio Capitani - I poveri nel Medioevo - Prefazíone - Introduzione   Incontro con i poveri: personaggi poco noti e ambigui - Parte prima   I deboli all'ombra dei potenti (secoli V-XI) - I. L'eredità della tarda antichità - II. Una sorte mediocre in una società in lenta evoluzione (VI-XI sec.) - III. Il dovere dell'elemosina: dalla matricola dei poveri all'ospítalità monastica - Parte seconda   Gli umili nella comunità cristiana (fine secolo XI-inizio secolo XIII) - IV. Una presenza permanente - V. Contrasti e scandali - VI. L'urgenza della carità - Parte terza   I poveri di fronte ai ricchi (da san Francesco alla grande peste) - VII. Un nuovo modo di considerare i poveri - VIII. Sviluppo delle istituzioni assistenziali - IX. Realtà e delusioni - Parte quarta   Poveri e pezzenti: presenze imbarazzanti e inquietanti (metà del XIV secolo-inizio del XVI) - X. Da una prova a un'altra: tra la peste nera e i disordini della fine del XIV secolo - XI. La crescita del pauperismo - XII. Dalle opere di misericordia alla "polizia" dei poveri - Conclusione - Fonti e bibliografia - Indice dei nomi

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su