Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Politica e virtù

Politica e virtù

Politica e virtù
Politica e virtù
La teoria democratica nel nuovo secolo
a cura di S. Fabbrini
Edizione: 2001
Collana: Libri del Tempo [314]
ISBN: 9788842062455
Argomenti: Pensiero politico: classici e storia, Scienza politica e sistemi politici contemporanei, Sociologia politica
  • Pagine 220
  • 17,56 Euro
  • Al momento non disponibile presso il nostro magazzino

In breve

La virtù della democrazia non è quella di realizzare il bene ma di garantirne la ricerca, promuovendo il pluralismo politico, sociale e culturale e assicurando l'uguaglianza dei diritti individuali. Ma ciò richiede buone istituzioni, perché sono esse che incentivano i cittadini 'buoni abbastanza' a perseguire quella ricerca.
I saggi raccolti in questo volume discutono i rapporti tra democrazia e mercato, quelli tra democrazia e bene pubblico e tra democrazia e cittadinanza.

Indice

Introduzione. Robert A. Dahl: un viaggiatore «liberal» della democrazia  di Sergio Fabbrini

1. Premessa - 2. Democrazia e mercato - 3. Il pluralismo americano e i suoi limiti - 4. Democrazia e bene pubblico - 5. Democrazia e cittadinanza - 6. Uno scienziato politico «liberal»

Parte prima   Democrazia e mercato

1. Il pluralismo

1. Le cause - 2. I problemi - 3. Le soluzioni, p. 15

2. Politica ed economia

1. Introduzione - 2. Democrazia ed economia centralizzata socialista - 3. Democrazia e centralizzazione economica - 4. Autoritarismo ed economia di mercato - 5. Democrazia ed economia di mercato non regolata - 6. Persuasione razionale e intervento pubblico - 7. Alternative alla persuasione - 8. Conclusioni

3. L’eguaglianza

1. Alcuni assunti - 2. I limiti e le possibilità - 3. Democrazia poliarchica e capitalismo - 4. Eguaglianza politica ed economia di mercato

Parte seconda   Democrazia e bene pubblico

4. L’egoismo e l’altruismo

1. L’egoismo razionale - 2. Marx e la coscienza socialista - 3. Rawls e la giustizia distributiva - 4. Prospettive per la cooperazione su larga scala

5. Il bene pubblico di quale pubblico?

1. Introduzione - 2. Democrazia e pluralismo - 3. Il bene pubblico: problemi morali e politici - 4. Le diversità nazionali - 5. Pluralismo e bene pubblico: i rimedi

6. La virtù civica?

1. La politica della virtù civica - 2. La crisi dell’ideale - 3. Sul bene pubblico - 4. La politica dell’iper-egoismo - 5. La politica della civiltà robusta - 6. La virtù civica nelle democrazie pluralistiche

Parte terza   Democrazia e cittadinanza

7. I diritti fondamentali

1. Alcuni assunti - 2. I diritti primari - 3. I diritti superiori - 4. Conclusioni

8. La competenza dei cittadini

1. Il cittadino adeguato - 2. La soluzione convenzionale - 3. L’impatto del cambiamento - 4. I comitati di cittadini - 5. Conclusioni: la comprensione empatica

9. Da immigrati a cittadini

1. Introduzione - 2. L’aggravarsi del problema - 3. Le conseguenze politiche: omogeneità culturale o pluralismo? - 4. Conclusioni

Conclusione

Perché studiare la politica?

1. Lo studio della politica non può essere una scienza sperimentale - 2. La scienza della politica ha una componente etica - 3. I fenomeni politici non sono identici e cambiano nel corso del tempo

Indice dei nomi

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su