Password dimenticata?

Registrazione

L'Europa nell'età globale

L'Europa nell'età globale
L'Europa nell'età globale
trad. di F. Galimberti
Edizione: 2007
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788842083177
Argomenti: Attualità politica ed economica, Saggistica politica, Sociologia generale
  • Pagine 316
  • 16,00 Euro
  • Al momento non disponibile presso il nostro magazzino

In breve

Il modello sociale europeo – il suo sistema di welfare e di protezione sociale –, considerato da molti il fiore all’occhiello del Vecchio Continente, è entrato in grave sofferenza in molti Stati dell’Unione. La sua riforma è una questione urgente insieme alla necessità di riavviare la crescita economica. I paesi europei che hanno registrato i risultati peggiori hanno molto da imparare da quegli Stati che hanno saputo gestire in modo più efficace le nuove sfide.

Di fronte all’impatto della globalizzazione, bisogna affrontare cambiamenti radicali: la trasformazione dello stile di vita deve entrare a pieno titolo nella definizione di welfare e le problematiche ambientali devono essere messe in rapporto diretto con gli altri doveri del cittadino. Anthony Giddens, le cui opere hanno ridisegnato il pensiero sociale e politico degli ultimi decenni, in questo nuovo, importante saggio indica la strada da seguire.

Indice

Prefazione - 1. Il modello sociale - 2. Cambiamento e innovazione in Europa - 3. Giustizia sociale e divisioni sociali - 4. Dal welfare negativo al welfare positivo - 5. Cambiamento dello stile di vita - 6. A livello comunitario - 7. Otto tesi sul futuro dell’Europa - Appendice. Lettera aperta sul futuro dell’Europa - Note - Glossario - Indice analitico

Leggi un brano

Gli scopi di questo volume sono molteplici. Il primo è individuare le politiche economiche e sociali più avanzate nel vecchio continente, e ricavarne delle lezioni. La mia analisi non sarà ristretta all’Unione Europea, verranno riportati anche dati ed esempi di altre parti del mondo. Sui meriti del modello sociale europeo è in corso un acceso dibattito tra chi sostiene che garantisce vantaggi competitivi e chi afferma al contrario che rappresenta, dal punto di vista economico, un handicap. In realtà, esistono molti modelli sociali europei diversi, e alcuni sono più efficienti di altri. I dati dimostrano che i paesi che sono riusciti a realizzare riforme sono più competitivi sul mercato globale e sono in grado di assicurare elevati livelli di giustizia sociale; due elementi che non sono in contraddizione tra loro, ma che anzi si rafforzano vicendevolmente. Il futuro dell’Europa – e forse anche la sopravvivenza dell’Ue come forza di rilievo – è legato all’allargamento di queste riforme a tutta l’Unione.Le riforme sono fondamentali, ma non sono sufficienti. Dobbiamo pensare in modo più audace. In Europa si discute molto sull’affermazione dell’economia della conoscenza, ma questo dibattito non è accompagnato da un’analisi altrettanto approfondita dei cambiamenti sociali. E, senza quest’analisi, non possiamo sperare di avere efficaci programmi di giustizia sociale e di welfare.Alcune delle sfide a cui l’Europa deve rispondere sono applicabili a tutte le società sviluppate. Altre sono più legate al contesto europeo, in particolare la scomparsa delle società di tipo sovietico dell’Europa orientale. Bisogna smettere di far finta che l’Unione Europea del dopo-1989 sia semplicemente una versione allargata di ciò che c’era prima. L’identità dell’Unione non può rimanere invariata ora che c’è un confine aperto a est (e sempre più aperto anche a sud).Il modello sociale europeo è stato definito in buona parte per contrasto: con l’Unione Sovietica e l’Europa orientale da un lato e con il liberismo americano dall’altro. Ma è un’autodefinizione che oggi non è più pertinente. Quando ragioniamo sulle riforme e sui cambiamenti, non è solo al 1989 che dobbiamo reagire, ma anche alle forze e alle influenze che quegli eventi hanno determinato, legate innanzitutto all’ascesa della globalizzazione. È per questo, sulla falsariga di Martin Albrow, che ho scelto di intitolare questo libro L’Europa nell’età globale. L’età globale è uno stato di cose, un insieme di condizioni sociali che segnalano numerosi cambiamenti nelle nostre vite. La globalizzazione, per contro, è un processo, un insieme complesso di processi, che fa riferimento alle forze e alle influenze responsabili di quei cambiamenti.Una «lotta per l’Europa» è in corso. È un’espressione che ha più di un significato. Una lotta per l’Europa nel senso di uno scontro fra diverse versioni di ciò che l’Unione rappresenta, e della forma che dovrebbe assumere nel futuro. Ma anche una lotta in cui deve impegnarsi l’Europa per ritagliarsi un posto in un mondo di grandi trasformazioni. Io sono a favore dell’Europa e voglio che l’Unione progredisca, cosa che reputo possibile. Ma è un processo che non sarà facile e che è tutt’altro che scontato. Se questo libro riuscirà a offrire un contributo anche modesto al dibattito attualmente in corso sulla direzione che dovrebbe imboccare l’Unione, mi riterrò soddisfatto.

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su