Password dimenticata?

Registrazione

Economia politica

Economia politica
Economia politica
Edizione: 20178
Collana: Istituzioni di diritto
ISBN: 9788842065302
Argomenti: Diritto: teoria e storia, Economia e finanza

In breve

I cinque capitoli di cui il volume si compone illustrano i principali punti di vista che nel campo della teoria e della politica economica si sono contrapposti nel corso del Novecento. Anche se nessuna distinzione viene fatta nel volume tra micro e macroeconomia, a chi si sia abituato a ragionare in termini di questa distinzione esso apparirà essenzialmente come un testo di macroeconomia – da diversi decenni la parte più controversa della teoria economica, nonché quella più vicina alle questioni principali di politica economica. Si tratta di un testo scevro di tecnicismi e formalismi matematici, perfettamente accessibile alla persona colta interessata alla comprensione del funzionamento del sistema economico. Sotto il profilo didattico il volume è stato pensato avendo in mente la formazione di base in economia che, secondo l’autore, dovrebbe in buona parte consistere nel sottoporre agli studenti questioni concrete al centro del dibattito economico, mostrando loro come le soluzioni proposte dipendano crucialmente – e quindi differiscano radicalmente – a seconda che si accetti o meno questo o quel punto di vista teorico.

Indice

Prefazione

Capitolo primo – La teoria neoclassica e l’equilibrio di piena occupazione

 1. Legge di Say, economia politica classica e teoria neoclassica –  2. Massimizzazione dell’utilità e funzione di offerta di lavoro –  3. Massimizzazione del profitto e funzione di domanda di lavoro –  4. Il principio di sostituzione –  5. Scarsità relativa del lavoro e salario d’equilibrio come salario di piena occupazione –  6. Pagamento «in moneta» dei redditi e sue implicazioni per la determinazione del salario e del prodotto d’equilibrio –  7. Determinazione del saggio di interesse d’equilibrio e interazione tra il mercato del lavoro e il mercato del prodotto –  8. Sul legame tra teoria della distribuzione e teoria dell’occupazione nella visione neoclassica –  9. Legge di Say ed elasticità all’interesse della funzione di investimento: suoi presupposti teorici ed evidenza mpirica – 10. Livello dei prezzi e adeguamento automatico della domanda di moneta alla sua offerta secondo la «teoria quantitativa» – 11. L’analisi monetaria di Wicksell e l’adeguamento (non automatico) del saggio di interesse monetario al saggio di interesse reale o «naturale» – 12. Esogeneità «versus» endogeneità e neutralità «versus» non-neutralità della moneta – Nota bibliografica

Capitolo secondo – La «rivoluzione» keynesiana. L’indipendenza degli investimenti dai risparmi e il principio della domanda effettiva

 1. Funzioni di domanda e di offerta aggregate ed equilibrio di piena occupazione –  2. La nozione keynesiana di «domanda effettiva» e l’equilibrio di sottoccupazione –  3. Capovolgimento della relazione tra risparmi e investimenti e «ortodossia finanziaria» –  4. Cause ed effetti di un’elevata propensione al risparmio della collettività –  5. Il moltiplicatore degli investimenti –  6. Il principio di accelerazione e gli effetti positivi dei consumi sugli investimenti –  7. Interazione tra moltiplicatore e acceleratore: un esempio numerico –  8. Concezione keynesiana della relazione tra risparmi e investimenti e teoria dell’interesse –  9. Il saggio di interesse come «fenomeno monetario» – 10. Saggio di interesse, «saggio di efficienza marginale del capitale» e funzione di domanda di investimento – 11. Sulle cause dell’equilibrio di sottoccupazione e i limiti dell’analisi keynesiana – 12. La misurazione in «unità salario» delle grandezze oggetto dell’analisi – 13. Gli effetti di variazioni dei salari monetari alla luce del principio della domanda effettiva – 14. «Effetto Keynes» e «effetto Pigou» – 15. Principio della domanda effettiva e implicazioni di politica economica – Nota bibliografica

Capitolo terzo – La «sintesi neoclassica», ovvero il riassorbimento della critica di Keynes

 1. La teoria di Keynes vista come teoria della depressione –  2. L’equilibrio reale e la relazione inversa tra saggio di interesse e reddito –  3. L’equilibrio monetario e la relazione diretta tra saggio di interesse e reddito –  4. La determinazione simultanea dell’equilibrio reale e dell’equilibrio monetario e la piena occupazione come situazione normale dell’economia –  5. La «trappola della liquidità» –  6. Parsimonia e produttività del capitale riassumono il ruolo di primi attori –  7. Il fenomeno dello «spiazzamento» –  8. Spese militari e «spiazzamento» degli investimenti privati: il caso dell’economia americana –  9. Sintesi neoclassica ed «effetto Pigou» – 10. Sulla relazione tra il livello generale dei prezzi e il reddito in base alla sintesi neoclassica – Nota bibliografica

Capitolo quarto – La restaurazione teorica di fine secolo. Monetarismo e «nuova macroeconomia classica»

 1. Una «nuova» ortodossia e le sue denominazioni –  2. Sulla nozione di «tasso naturale di disoccupazione» –  3. Equilibrio del mercato del lavoro, offerta aggregata e domanda aggregata –  4. Sull’importanza attribuita all’«effetto ricchezza» nella spiegazione della funzione di domanda aggregata –  5. La funzione di domanda aggregata come determinante del livello dei prezzi –  6. Risparmio e investimento –  7. Funzione di offerta aggregata e curva di Phillips –  8. Un’interpretazione alternativa della curva di Phillips e la politica dei redditi –  9. Interpretazioni moderne della curva di Phillips e loro implicazioni – 10. L’ipotesi di «aspettative razionali» – 11. Politiche di gestione della domanda aggregata «versus» politiche che agiscono sull’offerta di lavoro e di risparmio – 12. Sugli effetti espansivi di lungo periodo di riduzioni della spesa pubblica – 13. L’aumento del tasso di risparmio dell’economia come obiettivo primario della politica economica – 14. La «nuova macroeconomia classica» e il progetto di unificazione monetaria europea – 15. La perdita della sovranità monetaria e della sovranità fiscale nel caso italiano – Nota bibliografica

Capitolo quinto – «Nuova economia keynesiana» e istituzioni del mercato del lavoro

 1. Le questioni al centro dell’analisi: la disoccupazione e i suoi rimedi –  2. Il «tasso naturale di disoccupazione» come tasso effettivo medio di disoccupazione –  3. Disoccupazione «naturale», disoccupazione d’equilibrio e disoccupazione involontaria –  4. Politiche di prezzo delle imprese ed equilibrio macroeconomico –  5. L’avversione delle imprese al rischio –  6. Comportamento delle imprese e instabilità economica: una prima valutazione –  7. Rigidità verso il basso dei salari reali e disoccupazione involontaria –  8. Le teorie del «salario di efficienza» –  9. «Salario di efficienza» e teoria neoclassica del salario – 10. Il problema dell’insufficiente peso della disoccupazione nella determinazione del salario e le soluzioni proposte – 11. Le «rigidità» del mercato del lavoro come causa della disoccupazione alla luce dell’esperienza e del principio della domanda effettiva – 12. Tutele giuridiche dei lavoratori (le «rigidità» del mercato del lavoro) e politiche di pieno impiego: una connessione molto stretta – Nota bibliografica

Indice analitico

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su