Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Ne valeva la pena

Ne valeva la pena

Ne valeva la pena
Ne valeva la pena
Storie di terrorismi e mafie, di segreti di Stato e di giustizia offesa
- disponibile anche in ebook - disponibile in streaming su
Edizione: 20116
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788842093008
Argomenti: Attualità politica ed economica, Saggistica politica
  • Pagine: 632
  • Prezzo: 20,00 Euro
  • Acquista

In breve

Il caso Tobagi, le Brigate Rosse, il sequestro di Abu Omar, la ’ndrangheta al Nord: alcune delle inchieste più scottanti raccontate da un magistrato che le ha dirette in prima persona. È il momento di ripercorrere gli ultimi trent’anni di storia giudiziaria italiana e descrivere la tempesta che, tra ambiguità e silenzi, si sta abbattendo sulla nostra giustizia.

«Come è potuto accadere che a due pubblici ministeri, sino a quel momento oggetto di denunce sporte solo da mafiosi e terroristi da loro inquisiti, siano state attribuite condotte costituenti gravi reati dal presidente di un governo di centro-sinistra il cui programma elettorale prevedeva la strenua difesa della legalità? E, soprattutto, come è potuto accadere che due governi di diverso orientamento politico abbiano uno dopo l’altro apposto il segreto di Stato su notizie già universalmente note perché da tempo circolanti sul web? I fatti possono essere finalmente raccontati, in modo rispettoso tanto dei limiti di questo anomalo segreto di Stato, quanto dei diritti degli imputati». Parliamo della vicenda Abu Omar che, grazie all’indipendenza della magistratura italiana e all’obbligatorietà dell’azione penale, volute dai Costituenti e oggi seriamente a rischio, ha portato sul banco degli imputati, caso unico al mondo, appartenenti ai servizi segreti americani e italiani. Armando Spataro, che è stato protagonista dell’inchiesta insieme a Ferdinando Pomarici, la racconta in dettaglio. Come le altre importanti indagini svolte lungo 34 anni di attività professionale, da quelle sui brigatisti rossi e Prima Linea a quelle sulla ’ndrangheta trapiantata in Lombardia, per finire con il terrorismo internazionale. Una storia popolata di ricordi dolorosi e di facce ambigue, ma anche di passione civile e di persone amate.

Vincitore del premio Capalbio 2010 per la sezione Politica e istituzioni

Vincitore del premio Cesare Pavese 2011 per la sezione Saggistica

Recensioni

Jacopo Della Porta su: Giornale di Reggio (19/01/2011)

Trentacinque anni di lotta al crimine e di impegno civile

Leggi recensione in pdf

Michela Zanutto su: il Messaggero veneto (03/12/2010)

Un libro contro l'amarezza per l'omertà delle istituzioni

Leggi recensione in pdf

Luana De Francisco su: Messaggero Veneto (02/12/2010)

Spataro evoca Saviano: "La 'ndrangheta c'è anche nel nord-est"

Leggi recensione in pdf

Claudio Fava su: l'Unità (27/11/2010)

Quel gesto del giudice ucciso

Leggi recensione in pdf

Alessandro Franceschini su: l'Adige (20/11/2010)

La magistratura sotto assedio

Leggi recensione in pdf

Paolo Valente su: Alto Adige (15/11/2010)

I ricordi di Spataro dal terrorismo rosso alle nuove mafie

Leggi recensione in pdf

L.M. su: Corriere di Como (13/10/2010)

Spataro: "Como ha gli anticorpi per dire no alla mafia"

Leggi recensione in pdf

Giorgio Cecchetti su: il Mattino di Padova (09/10/2010)

Segreto di Stato bipartisan. La "toga rossa" Spataro e il paradosso del caso Abu Omar

Leggi recensione in pdf

comments powered by Disqus

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su