Password dimenticata?

Registrazione

Home > Università > Catalogo > Il continente selvaggio

Il continente selvaggio

Il continente selvaggio
Il continente selvaggio
L'Europa alla fine della seconda guerra mondiale
trad. di M. Sampaolo
con ill.
- disponibile anche in ebook
Edizione: 20142
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788858105153
Argomenti: Storia contemporanea, Storia d'Europa

In breve

Un racconto vivido, agghiacciante, delle vendette sanguinose, delle rappresaglie, delle feroci pulizie etniche che tennero in pugno l’Europa subito dopo la seconda guerra mondiale. Un quadro poco conosciuto e terrificante di un continente nel vuoto assoluto della legge, nel caos e nella violenza senza limiti. Un libro eccellente. Ian Kershaw

La seconda guerra mondiale lascia un’Europa nel caos. Un continente devastato, città intere rase al suolo, più di 35 milioni di morti. Ma la distruzione non è solo fisica: è anche sociale, politica, morale. Legge e ordine sono praticamente inesistenti. Istituzioni per noi oggi scontate, come governo e polizia, sono sparite o disperatamente compromesse. Non ci sono scuole né giornali. Non ci sono trasporti, né possibilità di comunicare. Non ci sono banche, ma tanto il denaro non ha più alcun valore. Non ci sono negozi, perché nessuno ha alcunché da vendere. Non c’è cibo. Non sembra essere nemmeno chiaro ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. La gente ruba tutto quel che vuole. Uomini in armi vagano per le strade minacciando chiunque intralci il cammino. Non c’è vergogna. Non c’è moralità. C’è solo sopravvivenza. Per le generazioni attuali è difficile figurarsi un mondo del genere, eppure ci sono ancora centinaia di migliaia di persone che hanno sperimentato proprio questo, e non in angoli sperduti del globo, ma nel cuore di quella che per decenni è stata considerata come una delle più stabili e sviluppate regioni della terra. Il continente selvaggio racconta per la prima volta il lato oscuro e sconosciuto di quegli anni. È in assoluto la prima storia complessiva del periodo che va dalla seconda guerra mondiale all’inizio della Guerra fredda. È il ritratto di un’Europa dura, sconvolgente, inedita. Una storia che non è stata mai scritta prima. Il continente selvaggio è stato tradotto in 14 lingue, recensito dalle testate giornalistiche più prestigiose, in cima alle classifiche inglesi, spagnole e americane.

Struggente, commovente, provocatorio. Un’immagine toccante di un continente fisicamente e moralmente devastato da un massacro. «Sunday Times»
Veramente superbo. Ènato un nuovo grande talento storico. «BBC History»
Terrificante. Una storia complessa raccontata straordinariamente. «Spectator»
Un libro magnifico, veramente importante. «Washington Post»
Il parziale successo dell’Unione Europea acquista più senso alla luce di questo libro. «Newsweek»
Un libro sconvolgente che inizia quando gli altri libri di storia fanno finire la tragedia. «El País»
Un libro unico, brillante, ben scritto, che reintroduce il tragico nella storia. «Le Figaro»

Indice

Scarica l'indice in pdf

Ricerca

Ricerca avanzata

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su