Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Storia di Lecce

Storia di Lecce

Maria Marcella Rizzo direttore, Benedetto Vetere direttore, Bruno Pellegrino direttore
Storia di Lecce
vol. II. Dagli Spagnoli all'Unità
a cura di B. Pellegrino, M.M. Rizzo, B. Vetere
Edizione: 1995
Collana: Storia e Società
ISBN: 9788842048022
Argomenti: Storia di città e regioni d'Italia
  • Pagine 866
  • 46,48 Euro
  • Al momento non disponibile presso il nostro magazzino

In breve

È questo un terzo corposo volume della «Storia di Lecce» che, analizza dal '500 all'Unità l'esercizio del potere e le forme della ricchezza, i comportamenti economici e sociali, religiosi e culturali, in uno spazio urbano in cui trionfano la «città-chiesa» e il suo mito, innestati nel primato politico e civile di ‘città-capitale' provinciale.
Vi si descrive la parabola storica di Lecce («alia Neapolis»), che dapprima rivendica nei parlamenti napoletani la ‘precedenza' rispetto a tutte le altre città del Regno (per l'ampiezza dei poteri sulla regione, l'antichità della nobiltà dei patrizi, il fasto dei palazzi e delle chiese); poi, nel secolo XVIII, consegna alla stagnazione la sua diversificata concentrazione umana; infine, nel corso dell'800, si rassegna alla perdita dell'egemonia, compiacendosi superbamente del suo antico splendore. Protagonisti sono ecclesiastici, feudatari e burocrati, ma anche un variegato mondo di avvocati, medici, intermediari mercantili, che ricalcano i moduli comportamentali della nobiltà, al cui livello aspirano e che talvolta raggiungono, rivitalizzandone i ranghi.
All'ombra di questi segmenti sociali si determinano un'ampia offerta di lavoro per una numerosa manodopera, impiegata soprattutto come servitù domestica, e le occasioni per un artigianato dalla vena esecutiva assai spesso felice.

Indice

Introduzione di Bruno Pellegrino

L'«Universitas»: il regimento cittadino e l'esercizio del potere locale di Francesco Gaudioso

1. Lecce «fidelissima»: i privilegi di una città «affeccionatissima et schiava de casa de Aragona» - 2. Statuti cinquecenteschi e modalità d'elezione del reggimento cittadino - 3. L'esercizio del sindacato - 4. «Governar per fazione»: gruppi clientelari e conflittualità per il controllo dell'amministrazione locale - 5. «Come si muta il reggimento»: «sistema» del 1758 e revisione dei meccanismi elettivi - 6. Il «governo dei sei»: la gestione interina dell'amministrazione locale - Nota bibliografica

La città e la chiesa di Mario Spedicato

1. L'eredità medievale e la facies religiosa della «Lecce fedelissima» - 2. Una contraddizione irrisolta: il primato della città e la subalternità della chiesa episcopale - 3. L'età del Tridentino: risveglio istituzionale e fervore religioso - 4. La controriforma a Lecce: protagonismo episcopale e disciplinamento post-Tridentino - 5. Controllo sociale e strategie cultuali - 6. Crisi sociale e domanda religiosa: la progressiva «clericalizzazione» della società leccese - 7. La normalizzazione pastorale di fine '600 e la fondazione del seminario diocesano - 8. La rottura dell'Interdetto e l'attacco al privilegio ecclesiastico - 9. Sviluppo e crisi della proprietà ecclesiastica: quid novi? - 10. Territorialismo pastorale e potere locale - 11. «Contro gli empi ribelli e li malvagi». La chiesa leccese di fronte alla rivoluzione - 12. Il Decennio francese - 13. Verso l'Unità - Nota bibliografica

Economia e società: una crescita senza sviluppo di Giuseppe Poli

1. Tra realtà ed esagerazione - 2. La concentrazione e l'evoluzione demografica - 3. La struttura socio-professionale - 4. La costruzione della Lecce sacra - 5. Le specializzazioni tradizionali di antico regime - 6. L'artigianato di lusso - 7. I servizi domestici - 8. Tra sacro e profano: la dimensione dell'effimero - 9. Carestie ed epidemie - 10. Quando «le donne povere vendevano la stima» - 11. La distribuzione del reddito - 12. Conclusioni - Nota bibliografica

Il commercio: Venezia e Terra d'Otranto di Paolo Preto

1. Venezia e Terra d'Otranto nel Medioevo - 2. Il dominio politico veneziano in Puglia - 3. Il commercio veneto in Terra d'Otranto - 4. I consolati veneti - 5. Ascesa e declino della comunità veneta a Lecce - 6. Spionaggio economico: l'uva passa da Cefalonia a Gallipoli

La popolazione, i mestieri, la famiglia di Giovanna Da Molin

1. Linee dell'evoluzione demografica nel Cinquecento e nel Seicento: la grande crescita e la crisi - 2. Il Settecento e l'Ottocento: la ripresa stentata e la crescita lenta - 3. Le caratteristiche strutturali della popolazione leccese a metà Settecento - 4. La struttura della famiglia nel XVIII secolo - 5. L'articolazione socio-professionale - 6. Il nome ed il cognome a Lecce a metà Settecento - Appendice - Nota bibliografica

La forma urbana di Mario Manieri Elia

Nota bibliografica

Clero e nobiltà nelle vicende della pittura di Lucio Galante

1. La città nuova e Gian Serio Strafella - 2. La svolta di fine '500 tra presenze napoletane e venete - 3. Gli orientamenti artistici degli anni Trenta e Quaranta tra ritardi e nuove aperture - 4. Giovanni Andrea Coppola e il rilancio del culto a S. Oronzo - 5. Antonio Verrio e i Gesuiti - 6. Verso la piena integrazione nel Regno - 7. L'ultima stagione del barocco: Oronzo Tiso - 8. La «stagnazione» della prima metà dell'800 - Nota bibliografica

Il fervore degli arredi di Antonio Cassiano e Regina Poso

1. Gli ordini religiosi - 2. Arredi liturgici - 3. La scultura - 4. La città fastosa - 5. La città degli artigiani - 6. L'illustrazione del libro - 7. Processioni e feste - 8. L'arredo tessile - Nota bibliografica

La musica nella «piccola Napoli» di Luisa Cosi

1. Cantai lunga stagione. La tradizione polifonica tra Cinque e Seicento - 2. Musica ancilla episcopi. Il rilancio delle attività musicali entro le direttive pastorali del XVII secolo - 3. Industrie e società per la musica nel XVIII secolo. Fondazione e fortuna del teatro di S. Giusto - Nota bibliografica

La cultura letteraria: identità e valori di Gino Rizzo

1. Scipione Ammirato, l'Accademia dei Trasformati e la «ragion di Stato» - 2. Nella città-chiesa tra storia, cronaca e letteratura - 3. Epos in provincia: il «Tancredi» di A. Grandi - 4. Feudatari, pastori, rime serio-burlesche ed arguti emblemi - 5. Variazioni letterarie sulla «passio» oronziana - 6. L'Interdetto di Lecce (1711-1719) e le «Vite dei letterati salentini» di D. De Angelis - 7. L'«Apologia Paradossica» di I.A. Ferrari e l'Accademia degli Spioni - 8. Il tempo dell'Arcadia: Spioni, Trasformati e qualche `minoscia' - 9. Alcuni viaggiatori, la letteratura riformatrice e il 1799 - 10. Francesco Bernardino Cicala e le sue tragedie - 11. L'azione della «Società di Agricoltura» a Lecce negli anni murattiani - 12. Le «Pueesi a lingua leccese» di Francescantonio D'Amelio e la letteratura dialettale salentina - 13. La letteratura dell'ultimo dodicennio borbonico: Manzoni contro Leopardi, con un po' di elettricità - 14. Gli improvvisatori, la letteratura patriottico-risorgimentale e la nascita della «questione sociale»

Gli Autori

Indice dei nomi

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su