Password dimenticata?

Registrazione

Home > Catalogo > Schede > Conversazioni su Dio e sull'uomo

Conversazioni su Dio e sull'uomo

Conversazioni su Dio e sull'uomo
Conversazioni su Dio e sull'uomo
trad. di R. Polce
- disponibile anche in ebook
Edizione: 20142
Collana: i Robinson / Letture
ISBN: 9788858114599
Argomenti: Attualità culturale e di costume, Sociologia della cultura
  • Pagine: 184
  • Prezzo: 15,00 Euro
  • Acquista

In breve

L’albero del paradiso era l’albero della conoscenza del bene e del male – da pronunciare entrambi d’un fiato, perché isolati l’uno dall’altro, da soli, non avrebbero senso né l’uno né l’altro. Prima di assaggiare il frutto, Adamo ed Eva non sapevano di essere nudi. Nel mondo paradisiaco dell’armonia prestabilita non c’era posto per l’errore e quindi neanche per la paura dell’errore. Ma non c’era neanche posto per l’idea del bene. Dopo aver morso la mela sapevano entrambi che c’è il bene e c’è il male. E che bisogna scegliere l’uno o l’altro. E che quando si sceglie bisogna accettare la possibilità dell’errore. E là dove c’è la possibilità dell’errore, c’è l’incertezza. Il momento della nascita dell’incertezza è stato il momento della nascita della moralità. E dell’io morale, cosciente di procedere su una fune. Condannando gli uomini alla scelta, e quindi esponendoli alla tentazione della tentazione, Dio li ha invitati a prendere parte all’opera della creazione.

Zygmunt Bauman, maestro del pensiero contemporaneo, teorico della ‘modernità liquida’, incontra Stanisław Obirek, teologo, storico,antropologo,ex gesuita. Due grandi intellettuali si confrontano per la prima volta sui temi del rapporto tra Dio e l’uomo, sull’esperienza religiosa nel mondo di oggi, sulla tolleranza nella ricerca della verità, su cosa significa credere in Dio, sul ruolo del caso nella vita, sulla ricerca personale, sulla speranza.

«Non sapremo mai se Dio c’è o meno, ma il nostro essere uomini consiste proprio nell’impossibilità di giungere a quel sapere e nella necessità di vivere senza di esso, e per di più con la consapevolezza della sua assenza. La differenza è che tu, Stanisław,sei tormentato dal desiderio di giustificarti di quella imperfezione e io invece la tratto non solo come inevitabile, ma anche come la condizione più decorosa per un uomo onesto.» Zygmunt Bauman

Indice

Scarica l'indice in pdf

Recensioni

R. Mazzeo su: Il Manifesto (05/02/2015)

Due agnostici nel "settimo cielo"

Leggi recensione in pdf

P. Perazzolo su: Famiglia Cristiana (09/11/2014)

Nel vero dialogo non ci sono sconfitti, ma solo vincitori

Leggi recensione in pdf

comments powered by Disqus

Ricerca

Ricerca avanzata

Catalogo

Edizione:
Collana:
ISBN:
Argomenti:

copia il codice seguente e incollalo nel tuo blog o sito web:

torna su